6. Quale atteggiamento avere con i bambini? L’importanza del decidere con calma

6. Quale atteggiamento avere con i bambini? L’importanza del decidere con calma

In Pedagogia non esistono vere e proprie “Ricette”, nel senso che, come vi sarete resi conto, ci sono indicazioni, percorsi e suggerimenti per ogni area che riguarda la crescita dei figli e la loro educazione, ma ogni suggerimento, pur  tenendo conto di queste indicazioni, va adattato da voi genitori al vostro bambino ed alla sua età, al suo carattere, alle circostanze, alle caratteristiche della vostra famiglia, in modo che risulti il più opportuno ed efficace possibile.

Essere decisi ma calmi ed accoglienti…

Tuttavia, se si può dire che esiste almeno una “ricetta” in campo pedagogico, probabilmente è quella che riguarda l’atteggiamento da tenere normalmente con i bambini, vale a dire: dolce e calmo, ma deciso! Lo so che può sembrare una contraddizione in termini, ma, se mi seguite nel ragionamento, vedrete che non è così.

Rimanete calmi, non perdete la pazienza! Nemmeno quando vi sembra di non riuscirci: è questione di allenamento e, soprattutto, di pensiero. Sì: pensare bene prima a cosa dire o fare e a come dire o fare qualcosa in una data situazione, vi permetterà di avere le idee chiare, di non farvi prendere alla sprovvista dal vostro pargoletto… Sappiamo che la calma è considerata una virtù e, in questo senso, va coltivata… con calma!

E, per farlo, quando si tratta di bambini, è bene mostrarsi decisi, sicuri di sé, prepararsi per tempo, non improvvisare, concordare tra mamma e papà (o valutarlo possibilmente insieme, anche se l’attività verrà poi gestita da uno dei due genitori) cosa fare e come. Insomma: decidere bene il patto da fare prima con i bambini, in modo che anche loro possano prevedere le conseguenze del loro comportamento.

I bambini vedranno che saprete gestire bene anche situazioni critiche (come imprevisti, eventuali capricci o lamentele da parte loro, comportamenti inadeguati, insistenze esasperanti per ottenere qualcosa o il rifiuto di fare ciò che chiedete loro,…) con sicurezza e calma e sentiranno che voi avete in mano la situazione e non loro, come accadrebbe se vi lasciaste andare ad urla, minacce, scapaccioni… rendendoli confusi e per niente tranquilli sulla vostra capacità di contenerli e, di conseguenza, di proteggerli al bisogno.

 

Genitori come modello per i figli…

Voi genitori siete un modello di comportamento per i vostri figli e, se saprete agire con un buon autocontrollo, darete loro un esempio importante per capire come comportarsi quando le cose non vanno proprio come speravano. Questo li aiuterà a crescere imparando man mano ad esercitare il loro autocontrollo, capacità fondamentale sia per un equilibrio ed una serenità interiori, sia per le autonomie sociali, per coltivare modalità di buone relazioni che serviranno loro per tutta la vita.

Anche il modo in cui parlerete loro sarà importantissimo! Se lo farete con rispetto e con atteggiamento disponibile, potrete spiegare anche concetti difficili e magari faticosi, fare una critica o riprenderli per qualcosa di sbagliato che hanno fatto, ma senza “mettervi dalla parte del torto” con un tono sgarbato o una critica umiliante o con urla che non verrebbero ascoltate, bensì subite con timore e disagio…

Ancora una volta sarete un modello per i bambini che, statene sicuri, vi osservano attentamente. Infatti, per scoprire come sono loro stessi e come possono diventare, i bambini esercitano il loro modo di essere imitandovi in moltissimi aspetti, soprattutto negli atteggiamenti che avete… Perciò meglio fare attenzione!

 
17 novembre 2017

Potete rileggere anche:

1- “Prima di tutto: L’amore per i figli e la loro sicurezza: si parte da qui”

2- “Saper  ascoltare… Un’arte che va ritrovata e coltivata”

3- “Trovare  l’accordo…  Voi genitori siete d’accordo su come educare i figli?”

4- “Essere genitori coerenti: una capacità preziosa”

5- “Esistono ancora i ruoli materno e paterno?”