CON QUEL CHE C’È… Creare piccoli ambienti con il cartone

CON QUEL CHE C’È… Creare piccoli ambienti con il cartone

Usiamo LE SCATOLE…

Si possono creare anche piccoli ambienti con cui giocare, nei quali non si può entrare fisicamente, ma che favoriscono magnificamente l’attivazione dell’immaginario, utilizzando scatole di medie dimensioni (come quelle degli stivali, tanto per darvi un’idea) posizionate in orizzontale – in modo che la superficie appoggiata al tavolo o per terra sia quella maggiore – in cui collocare i diversi elementi. Si possono usare sia la scatola che il suo coperchio, da posizionare a fianco della scatola per “ampliare” il paesaggio in cui ambientare le storie.
Se volete sbizzarrirvi con la fantasia e magari proporre ai vostri bambini alcuni tipi di costruzioni, vi suggerisco LA FATTORIA, che permette grandi possibilità creative: con gli animali (che si trovano a prezzi modici, ad esempio confezionati in sacchetti, al supermercato o perfino in edicola), il contadino, particolari architettonici e “naturali” che man mano verranno inseriti, il trattore, il camioncino, ecc.
Nella scatola si possono mettere ad esempio:
– la casa del contadino, che si può ideare con diversi materiali (dalle costruzioni con i classici mattoncini, al cartone). Basta anche solo la facciata disegnata, con il portone e qualche finestra per dare l’idea dell’edificio;
– il recinto per i maialini (fatto con legnetti veri o striscioline di cartone che sembrino di legno) e la stalla delle mucche con alcuni pezzi delle costruzioni;
– lo stagno per le ochette (basta una sagoma di carta azzurra, meglio se lucida);
– il pollaio (che può essere fatto con una scatolina di cartone decorata come fosse di legno, la cui “porticina” venga ricavata da uno dei lati ritagliati al bisogno o, semplicemente, mettendo delle piccole barriere a fare da divisorio);
– il contadino;
– il suo camioncino, il trattore, ecc.;
– …e tutto quello che vi verrà in mente…
Il coperchio potrebbe essere rivestito al suo interno da un foglio di carta verde per rappresentare un bel prato dove far correre liberi dei cavalli o pascolare le mucche e le pecore… Non ponetevi il problema dell’apertura di una porta (su un lato della scatola) per far uscire i cavalli, perché forse è più una “esigenza” razionale di noi adulti. I bambini non sembrano far caso alla “necessità” di una porta (anche se magari qualche bambino la chiederà) e tranquillamente posizionano gli animali, immaginandoli liberi di muoversi e correre…
Lo scenario cambia dal giorno alla notte… Infatti, se trovate o preparate voi con cartoncino e colori, una specie di fondale che rappresenti un bel cielo notturno (di un blu notte con tante stelle e la luna) che può essere inserito e tolto a piacere, ecco che si trasforma pure la scena e cambiano le storie da inventare…
Queste scatole-ambienti, oltre ad essere molto versatili e graziose, permettono di contenere l’azione di gioco in uno spazio limitato, di essere portate anche dalla cameretta al soggiorno e viceversa, in auto o a casa dei nonni.
Inoltre, una volta terminato il gioco, quando si ripongono nella scatola tutti gli elementi e la si chiude con il coperchio, anche l’ordine è ripristinato.
Altre idee simili, di piccoli ambienti, possono essere IL MANEGGIO, IL GARAGE, LA CASETTA PER BAMBOLINE O PUPAZZETTI, IL TEATRINO… A voi sbizzarrirvi con la fantasia vostra e dei vostri bambini!

08 dicembre 2018