12. Aiutarli ad essere autonomi…

12. Aiutarli ad essere autonomi…

Capita di vedere bambini che, anche se potrebbero essere già in grado di fare da soli molte cose, come lavarsi, vestirsi, mangiare, parlare e spiegarsi invece di frignare,… vengono lavati, vestiti, imboccati, anticipati da mamme apprensive che, invece di favorire la loro autonomia, per paura di lasciarli andare li “tengono piccoli”, li accudiscono in tutto, come quando erano neonati o ancora troppo piccoli per fare da sé. Il messaggio involontario che arriva a questi bimbi è, in qualche modo, di sfiducia nelle loro capacità, sensazione che potrebbero portarsi dietro anche crescendo.

Voi non agite così, vero? Voi che state leggendo queste righe sapete che è importante aiutare i bambini a diventare autonomi in modo graduale, sano, allegro, incoraggiante.

 

La cura di sé…

La prima idea e consapevolezza di poter diventare autonomi deriva dal nostro corpo: dall’imparare ad averne cura, a gestirne le esigenze primarie ed a poter contare su di esso. Fin da piccoli, quando abbiamo sentito che iniziavamo a padroneggiarne i diversi aspetti, ci siamo sentiti capaci, sicuri, pronti per stare con gli altri ed abbiamo iniziato ad esportare le nostre nuove competenze anche fuori di casa.

Camminare, parlare, usare le mani, mangiare, bere, usare il wc, lavarsi, vestirsi, ecc. sono azioni primarie che ogni bambino sano può compiere in modo sempre più autonomo, con il progredire dell’età e delle esperienze che fa. Se gli adulti intorno a lui gli insegnano le azioni necessarie e gli permettono di provare a fare da solo e di conquistare man mano tutte le sue autonomie, gli fanno un dono prezioso per la sua crescita individuale e per la sua autostima.

Allora, cari genitori, incoraggiate con fiducia vostro figlio a far sempre più da solo. Fatelo come un gioco, senza forzarlo mai, ma proponendogli tutto gradualmente, come una bella conquista, come un piacere. Dapprima potete farlo accompagnandolo fisicamente nei movimenti, poi mostrandogli voi come si fa e puntando sulla sua capacità di imitazione, poi magari guidandolo solo verbalmente, fino a che vedrete che saprà fare in autonomia quell’azione che poco tempo prima facevate voi al posto suo. Si sentirà più sicuro di sé e soddisfatto, sentirà che sta crescendo e, vedrete, forse farà anche meno capricci, perché si sa: i capricci li fanno i bambini piccoli…

 
14 dicembre 2017

Potete rileggere anche:

1- “Prima di tutto: L’amore per i figli e la loro sicurezza: si parte da qui”

2- “Saper  ascoltare… Un’arte che va ritrovata e coltivata”

3- “Trovare  l’accordo…  Voi genitori siete d’accordo su come educare i figli?”

4- “Essere genitori coerenti: una capacità preziosa”

5- “Esistono ancora i ruoli materno e paterno?”

6- “Quale atteggiamento avere con i bambini? L’importanza del decidere con calma”

7- “Perché servono le regole?”

8- “E se non si rispettano le regole?…”

9- “Limiti: i bambini ne hanno bisogno…”

10- “Rendere l’ambiente prevedibile per i bambini: un aiuto per regolarsi”

11- “Positività: è meglio impostare ogni cosa al positivo…”