La buona educazione

La buona educazione

“Parlare di Buona Educazione… : forse starete pensando “… Ancora? …” “E’ un tema vecchio, trito e ritrito…” e forse vi starete chiedendo : perché parlarne? È importante? E’ utile?

Sì !!! Rispondo in modo forte, chiaro e deciso. Sì !!! E’ importante più che mai!

Questa è un’epoca in cui siamo informati su tutto (almeno crediamo) in tempo reale; in cui possiamo fare (quasi) ogni tipo di ricerca e accedere ad innumerevoli risposte; in cui siamo costantemente connessi a chiunque, grazie ad aggeggi tecnologici sempre nuovi di cui pare non si possa più fare a meno e possiamo spostarci per raggiungere (quasi) ogni località…

Pare però che, proprio in quest’epoca così avanzata e tecnologica, stiamo perdendo, man mano, una competenza che abbiamo acquisito fin dall’infanzia, talmente basilare da ritenerla quasi scontata, banale, ovvia, al punto che… la stiamo scordando o, almeno, sottovalutando: la Buona Educazione.

La cara, semplice, rassicurante buona educazione.

Già queste due parole insieme: “buona” ed “educazione” risultano, al nostro orecchio – ormai altamente raffinato per  percepire e riconoscere ogni termine tecnico (possibilmente inglese) – parole quasi superate. Hanno un che di antico, come antica è la loro origine e la loro importanza, mentre mai come ora devono tornare  attuali e rimanere ben impresse nella nostra mente e nel nostro vissuto emozionale.

Dovrebbero essere un riferimento costante per guidarci nella giungla quotidiana di contatti e comunicazioni; nelle molte forme di relazione che viviamo. Per  i genitori, nella loro relazione con i figli e per ogni persona di qualsiasi età verso gli altri in genere.

Ecco perché in questo spazio virtuale che è il web, vorrei scrivere in modo semplice e pratico proprio di educazione: di buona educazione, nella speranza che questa idea, che io sento potente nelle sua semplicità, possa  contagiare un po’ anche voi (… che, se avete aperto questo spazio, sicuramente siete già sensibili all’argomento e quindi, spero, ben educati) e magari anche chi, di un po’ di educazione, avrebbe proprio bisogno… sperando che non mi mandi, educatamente, a quel paese…

 

Vogliamo dare il buon esempio ai bambini?

Nelle nostre giornate complesse e colme di impegni, cerchiamo di non perdere di vista il rispetto per gli altri, anche quando abbiamo fretta, siamo stanchi, nervosi, contrariati per qualcosa… insomma, quei momenti in cui è più difficile che mai mantenere un buon autocontrollo. Un cortese distacco e un po’ di sana ironia (e, soprattutto, di autoironia: qualità preziosa quanto rara…) ci permettono di emergere indenni da alcune situazioni sgradevoli e di evitare, a nostra volta, brutte figure.

Le occasioni per mostrare ai bambini che comportarsi con educazione e garbo è sempre un’ottima scelta, non mancano: in casa, in auto, nei negozi, in pizzeria, al cinema, in spiaggia, ovunque dobbiamo stare in coda…

Non perdiamole, ma utilizziamole per dare loro un modello di comportamento: i bambini ci guardano!

11 gennaio 2018